Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Sabato 18/08/18, ore 18,30
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di E. LOFFREDO del 12/02/2018 09:07:14
Pep è innocente!

 

"Guardiola ha rovinato il difensore italiano". Davvero Giorgio Chiellini ha detto questo nell'intervista concessa al Daily Mail? Sì lo ha detto. Ma ha detto anche altro a corredo di quella frase che molte testate italiane hanno usato in modo capzioso.

"Lui (Guardiola) è un allenatore fantastico, con una mentalità fantastica, ma gli allenatori italiani hanno provato a copiarlo senza avere le stesse conoscenze. Non crescono più difensori come Maldini, Baresi, Cannavaro, Nesta, Bergomi, Gentile, Scirea... Tra il 1984 e il 1995, abbiamo avuto solo Bonucci. In dieci anni, non abbiamo lanciato un buon difensore. Spero che adesso si cominci a rilanciare il calcio italiano". Questo il resto del discorso del numero 3 bianconero (LINK).

A noi pare che più che additare Guardiola il difensore bianconero accusi molto pesantemente i tecnici italiani, e quella che viene esaltato come un je accuse all'allenatore del City non è null'altro che una constatazione dalla quale muovere poi una considerazione molto critica verso il movimento calcistico nostrano. Dovrebbe essere chiaro che a Guardiola non interessasse rovinare il difensore italiano in genere, quanto piuttosto imporre un modello vincente per sé e per le squadre che allena.

Invero Chiellini non specifica in cosa il "guardiolismo" avrebbe rovinato il difensore della Penisola. Possiamo immaginare si riferisca a quel modo di giocare il pallone sempre nella metà campo avversaria effettuando una trama di passaggi a volte infinita, lasciando con ciò inattiva una fase difensiva che finisce così per essere ignorata da chi guarda la partita e trascurata da chi vorrebbe ispirarsi a quel gioco. Questa crediamo sia la critica a buona parte degli allenatori italiani.

A leggere la notizia come riportata dai media italiani sembra che il peccato non sia tanto il non sapersi confrontare con un modello che altrove è stato vincente, quanto piuttosto il fatto che quel modello è vincente. Ma solo perché non lo si è saputo copiare!

Riteniamo che Chiellini abbia mosso una critica costruttiva: riflettere su uno degli errori (uno dei tanti) commessi dal calcio italiano nell'ultimo decennio. Copiare Guardiola non è obbligatorio, volendo si poteva cercare di conoscerne i meriti e le competenze per anticiparne le mosse e contendergli qualcuno dei trionfi ottenuti.

Ma poi perché copiare Pep e il modo in cui difende? Bastava rivolgersi a Mazzarri, che in una serata di mezza estate gli insegnò la difesa a tre... (LINK).

La nostra pagina facebook

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!






 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our