Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Milan
Domenica 12.08.2018, ore 21,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di E. LOFFREDO del 13/03/2018 09:42:42
Ordine e Sarri

 

Ha fatto scalpore l'episodio poco edificante, l'ennesimo, che ha visto protagonista Maurizio Sarri nella conferenza stampa successiva a Inter-Napoli. A una domanda di una giornalista di una emittente napoletana l'allenatore dei Ciucci ha replicato «Sei una donna, sei carina e per questo non ti mando a fare in culo» (LINK).

Ha dato fastidio la reazione dei signori uomini presenti in sala stampa, tutti sono scoppiati in una fragorosa risata. Nessuno che abbia sentito il dovere di insorgere e pretendere seduta stante le scuse prima per chi è collega (uomo o donna che sia) e poi per la donna in quanto tale.

Quello che ci ha colpito di più è stata la reazione della diretta interessata, la quale invece di ricambiare a tono ha continuato a fare la domanda. Aveva forse la preoccupazione che direttore e telespettatori della sua emittente avessero da ridire per la dovuta replica all'eroe in tuta sgualcita? Se in queste occasioni non si leva immediata la disapprovazione dei presenti, allora è inutile avere da ridire sulle infelici uscite del Tavecchio di turno. Con buona pace delle rivendicazioni sulla parità professionale dei sessi.

Ancor più fastidioso è stato il comunicato di Ottavio Lucarelli, presidente dell'ordine dei giornalisti della Campania «Una risposta sessista, inaccettabile. A telecamere spente Sarri si è poi scusato ma rimane la gravità della sua risposta che segna non solo il gergo volgare dell'allenatore ma il suo disprezzo verso la stampa e verso le donne. Totale solidarietà alla collega Titti Improta, segretario dell'Ordine della Campania e presidente della commissione pari opportunità, che sta ricevendo in queste ore messaggi e sostegno da tutta l'Italia» (LINK). Ok, ma nei fatti quale gesto di risposta ha attuato l'ordine dei giornalisti nazionale e quello della Campania in particolare? Ha prevalso ancora la volontà di non urtare i telespettatori e i lettori di riferimento? Insomma, esigenze di tifo, magari lo stesso di molti di quelli che erano presenti all'episodio incriminato.

Detto comunque che il comunicato era il minimo sindacale, è stupefacente la celerità con la quale si è attivato l'odg. Rimane da capire in cosa siano affaccendati i suoi più alti componenti quando alcuni appartenenti all'ordine tweettano in modo discutibile e irresponsabile, contribuendo a gettare altro discredito sulla categoria. Ottavio Lucarelli, potrebbe farci sapere ad esempio se è a conoscenza dei tweet di un iscritto locale -Varriale- e quale posizione ha da esprimere l'ordine che presiede?

La nostra pagina facebook

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!






 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our