Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Sabato 27/04/19, ore 20,30
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Calcio giocato di L. BURZIO del 18/01/2019 07:05:21
Juventus - Milan supercoppa, le pagelle

 

SZCZESNY 5,5 Con un'uscita a vuoto rischia di far subire gol alla squadra in un momento molto delicato. Quando subisci solo un paio di tiri a partita la concentrazione diventa fondamentale.

CANCELO 6,5 Nel primo tempo è un portento e sulla fascia destra ubriaca gli avversari, va spesso sul fondo e in un'occasione sfiora anche il gol dopo una bellissima giocata. Tiene bene fino all'ora di gioco poi arriva il calo fisiologico di chi non ha ancora i novanta minuti nelle gambe ed è reduce da infortunio.

BONUCCI 6,5 Concede poco a Cutrone che sembra in buona forma ma viene arginato a dovere dal buon Leo alla prima contro i suoi ex compagni. Sempre concentrato e propenso a dare una mano nell'impostazione del gioco che spesso, inspiegabilmente, viene gestita anche dal suo compagno di reparto.

CHIELLINI 6 Insuperabile, soprattutto per questi avversari. Respinge ogni tentativo di attacco del Milan, lotta come se fosse in un'arena e quando non riesce a cavarsela con le buone passa ad interventi più rudi ma sempre regolari ed efficaci.

ALEX SANDRO 5,5 Primo tempo da dimenticare per l'Alex Sandro 2.0 più attento ed abile nella fase difensiva che in quella offensiva. Con il passare dei minuti prende confidenza e inizia a carburare riuscendo ad andare un paio di volte sul fondo ma sprecando i palloni con traversoni fuori misura.

BENTANCUR 5 Brutta partita e leggero passo indietro per il centrocampista uruguaiano che non trova mai i tempi degli inserimenti e gioca in maniera caotica arrivando quasi sempre in ritardo sul pallone o facendosi anticipare dai centrocampisti del Milan che sembravano viaggiare con una marcia diversa.

PJANIC 6 Non una grandissima partita nella quale prende un giallo evitabile che lo costringerà ad un turno di stop e perde anche qualche pallone in zone delicate del campo. L'assist per il gol di Ronaldo però è delizioso sotto tutti i punti di vista e dimostra che il bosniaco dovrebbe osare di più nel cercare la giocata verticale, vista la sua grande tecnica.

MATUIDI 6 Freddo o caldo per lui non fa differenza, si mette l'elmetto e inizia a correre dietro agli avversari andando a coprire anche le buche lasciate dai compagni in difficoltà. Il difetto invece è sempre il solito ovvero la scarsa tecnica quando ha il pallone tra i piedi.

DOUGLAS COSTA 6 Finché ha benzina nel serbatoio riesce a mettere in difficoltà la difesa avversaria togliendole anche punti di riferimento visto che gioca a tutto campo alternandosi tra fascia destra e sinistra. Quando invece si accende la spia della riserva non riesce più nelle giocate, va in difficoltà nella fase di non possesso e costringe i terzini a rimanere più bloccati dato che lui non riesce a tornare per difendere.

DYBALA 4,5 Impalpabile, anche considerando la rete annullata non ha lasciato alcun segno.

RONALDO 7 E' l'uomo delle finali e infatti la decide lui con un colpo di testa che arriva da un grande inserimento senza palla che apre la difesa rossonera. Spesso sembra passeggiare per il campo ma quando il pallone arriva dalle sue parti si accende alla velocità della luce e mette sempre alle corde i difensori avversari che faticano a contenerlo.

EMRE CAN 6 Prova a mettere un po' di ordine in mezzo al campo e lo fa bene mettendoci anche corsa e fisicità. A tempo scaduto rischia la scivolata in area su Conti, il rigore non c'è, ma in quei casi meglio evitare di correre rischi.

BERNARDESCHI SV

KHEDIRA SV

ALLEGRI 6 Vien da pensare che la squadra stia facendo un richiamo di preparazione importante, altrimenti non si spiega una condizione atletica del genere subito dopo la pausa. Nonostante l'assenza di Mandzukic rimane fedele al 4-3 e poi il caos, ma la squadra gioca male, tira pochissimo in porta e spesso rischia troppo contro un Milan ai minimi storici. Rimane la vittoria che comunque è la cosa più importante (decimo trofeo in quattro anni e mezzo di Juventus).

SQUADRA 6 La Juventus è nuovamente davanti a tutti per Scudetti, coppe Italia e Supercoppe italiane. Ma già non è più tempo di festeggiare, ora c'è da lavorare perché ci sono molte cose da rivedere e ancora tante partite da vincere.

TOP RONALDO
FLOP DYBALA

La nostra pagina facebook

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!

 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our