Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Sabato 23/11/19 ore 15,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Calcio giocato di L. BURZIO del 30/07/2019 07:33:19
Juve d'Oriente!

 

Si è di recente conclusa la tournée in Asia della Juventus che dopo pochi giorni di lavoro alla Continassa è partita in direzione oriente per giocare alcune partite amichevoli che non avevano alcun valore se non quello di far guadagnare alla società qualche soldino utile per completare la campagna di rinforzamento della squadra.
Il nuovo allenatore Maurizio Sarri ha convocato per queste prime uscite tutta la rosa ad eccezione dei sudamericani che hanno giocato la Coppa America e di alcuni infortunati rimasti ad allenarsi a Torino ovvero Douglas Costa, Ramsey e Khedira. Al posto degli assenti sono stati aggregati alcuni giovani che probabilmente il prossimo anno scenderanno in campo con la rappresentativa U23.

Nella prima partita amichevole, valida per l'International Championship Cup, la Juventus è stata messa di fronte al Tottenham nella cornice di pubblico di Singapore che ha dimostrato affetto verso i bianconeri riempiendo lo stadio. La Juventus, in particolare nella prima mezz'ora, è parsa decisamente imballata ed in balia di un Tottenham già più avanti nella preparazione che ha chiuso in vantaggio il primo tempo grazie ad un gol firmato da Lamela. Quello che è stato subito chiaro nelle fila bianconere è l'atteggiamento tattico disegnato da Sarri ovvero un 4-3-3 abbastanza lineare con Ronaldo defilato sulla sinistra e accompagnato da una prima punta, prima Mandzukic e poi Higuain.
Proprio il Pipita è stato protagonista nei primi minuti della ripresa quando ha segnato il gol del momentaneo pareggio pochi minuti prima della rete di Ronaldo che ha completato la rimonta della Juventus. Terminata la grande girandola dei cambi gli Spurs sono però tornati padroni del match che sono riusciti a pareggiare con Lucas e vincere grazie ad un gol da centrocampo (bellissimo!) del solito Harry Kane.
In questa partita è stato difficile valutare i singoli ma chi si è distinto per impegno e condizione è stato sicuramente Gonzalo Higuain che ha dimostrato voglia di rimanere alla Juventus. Con lui sono da citare anche Ronaldo e Bernardeschi mentre tra quelli che non hanno convinto del tutto ci sono Cancelo, Matuidi, Szczesny e Rabiot parso troppo lento anche per questi ritmi.

Terminata la parentesi a Singapore la Juventus si è trasferita a Nanchino per affrontare l'Inter nel primo derby d'Italia stagionale con Antonio Conte sulla panchina nerazzurra e Maurizio Sarri su quella bianconera, chi lo avrebbe mai detto!
Anche in questa partita la Juventus parte malissimo, è stanca e svogliata e subisce lo svantaggio già nei primi minuti con uno sfortunato autogol di De Ligt. La proposta tattica bianconera è la medesima della prima uscita ovvero il 4-3-3 con uno dei due terzini molto alto, due mediani a far da scudo a Pjanic e tre attaccanti liberi di inventare con Higuain titolare al centro dell'attacco.
Dopo un brutto primo tempo la Juventus cresce nella ripresa e grazie ad una punizione di Cristiano Ronaldo riesce a pareggiare i conti e portare il match ai calci di rigore dove con un Buffon grande protagonista vince il match e fa esplodere di gioia di tifosi cinesi in maglia bianconera.
In questa seconda uscita stagionale le conferme sono state Higuain e Ronaldo ed è parso in grande forma anche Buffon che ha parato ben tre rigori regalando alla squadra la prima vittoria stagionale. Chi non ha convinto, nuovamente, è invece stato Cancelo tra i peggiori insieme a Rugani, Mandzukic, Pjanic e Matuidi. Buono invece l'impatto di De Ligt nonostante l'autorete e ottima la prestazione di Demiral decisivo sia dal dischetto che nelle chiusure difensive.

L'ultimo impegno orientale di questa estate 2019 per la Juventus si è svolto in Corea del Sud dove, a soli due giorni dall'ultima uscita, è stata disputata una partita amichevole contro le star del campionato sudcoreano che si sono unite per sfidare i campioni d'Italia.
La Juventus, arrivata in ritardo allo stadio a causa del traffico, non ha preso con molto impegno questo evento e ciò viene confermato anche dalla formazione ufficiale dei bianconeri senza Ronaldo e con un paio di giovani in campo dal primo minuto. La Juve cammina mentre i coreani fanno sul serio e chiudono il primo tempo in vantaggio due a uno con Cesinha che si regala anche il momento di gloria esultando come CR7. Per la Juventus segna Muratore con un ottimo inserimento senza palla. Nella ripresa il Team-K trova anche la rete del tre a uno ma la Juventus è brava a non perdere il match e grazie ai gol di Matuidi e di Pereira si regala il pareggio e finalmente chiude questo ciclo di amichevoli, con qualche fischio dagli spalti per il mancato ingresso in campo di Ronaldo.
Anche in questa gara c'è stato qualche piccolo indizio tattico e Sarri ha portato avanti l'idea del tridente in linea e di una difesa a quattro ancora da sistemare. Bene Pereira autore di un gol fantastico e Muratore, molto stanchi gli altri, soprattutto Mandzukic, Emre Can e Rabiot .

E' sempre difficile fare valutazioni su partite che non contano nulla e che sono solamente un peso per gli allenatori, ma questa tournée ci ha lasciato qualche indizio importante su quella che potrà poi essere la nuova Juventus di Maurizio Sarri, soprattutto tatticamente.
Sette gol subiti in appena tre partite sono un'enormità e proprio su questo da domani si inizierà a lavorare, lo staff bianconero si ritroverà alla Continassa per il periodo decisivo della preparazione che dovrà rendere la squadra pronta per fine agosto quando inizierà il campionato e le partite avranno un peso diverso.
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our