Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Mercoledì 18/09/19 ore 21,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 11/09/2019 13:30:08
Deve limitarsi la Juve o devono crescere gli altri

 

Negli ultimi anni la Juventus con la sua crescita ha trascinato tutto il calcio italiano. Non solo con gli otto scudetti consecutivi, ma anche con due finali di Champions disputate quando le altre italiane hanno fatto solo da comparsa. Per non parlare della visibilità data all'intero movimento dall’investimento bianconero su Cristiano Ronaldo.
Ricordiamo anche che oggi, otto anni fa, la Juventus ha disputato la prima partita ufficiale allo Juventus Stadium. Un progetto, quello del nuovo stadio, che rappresenta uno dei lasciti della dirigenza del 2006 e portato avanti anche con una società interamente smembrata da calciopoli.

Adesso va di moda dire che “non fa bene al calcio italiano che vinca una sola squadra” (LINK, LINK), ma quello che realmente lo danneggia è l’ignoranza di chi lo circonda. Se la Juventus perde visibilità la perdono anche quelli che si trascina dietro, che alla fine subirebbero il danno maggiore.

Le concorrenti della Juventus, per apparire magicamente più forti, hanno bisogno di forzare messaggi anti Juventini piuttosto che promuoverne a favore delle proprie compagini.
Tre giorni fa, durante una festa degli ultrà viola della curva Fiesole, sono stati intonati i soliti cori contro i caduti dell’Heysel. Alla festa erano presenti anche Barone e Dainelli che nell'occasione, ovviamente, non hanno sentito niente (o hanno fatto orecchie da mercante?). Per tre giorni, i media e i rappresentati delle istituzioni e del club, hanno minimizzato la portata dell’accaduto e solo oggi leggiamo distintamente la condanna da parte di Commisso. Un neo presidente che ha avuto l’occasione per smarcarsi da subito da quella parte della tifoseria ma che ha temporeggiato troppo per risultare convincente.
Però ha tenuto, da buon “presidente medio”, a rimarcare il fatto che Chiesa non è stato ceduto alla Juve. In ogni occasione, in ogni spazio mediatico che gli è stato concesso. Per rabbonire i tifosi, è più importante aver fatto un dispetto alla Juve piuttosto che metterseli contro chiedendo rispetto verso l’eterna rivale in modo convincente e magari concreto (LINK).

Per chi legge, anche distrattamente i media italiani, è talmente evidente la voglia di limitare lo strapotere della Juventus, che alla fine si cade nel ridicolo. Qualche esempio.
Proprio ieri il Napoli ha presentato alla stampa il neo acquisto Llorente che ha affermato di essere felice di essere approdato nella «seconda squadra d'Italia». Era un po’ brutto scriverlo così, e La Gazzetta dello Sport, ha cercato di abbindolare i tifosi riportando nel titolone: «Squadra incredibile. Ho aspettato fino all'ultimo. Il richiamo di un club così grande era troppo potente». Suona in un altro modo vero? (LINK).
La stessa amplificazione viene data dal giornale rosa all’inter, su cui, evidentemente, punta per il titolo. Ronaldo con i 4 gol segnati con la nazionale portoghese raggiunge il record di miglior marcatore nella storia delle qualificazioni europee. Titolone del giornale rosa di oggi: «Inter a 3 stelle» con la gigantografia di Lukaku. E all'interno l’interpretazione infelice delle parole del gigante nerazzurro: «I test che ho fatto in allenamento dicono che sono più veloce di CR7, ma se ti chiami Ronaldo ti trattano tutti meglio, anche i videogiochi». E' l'interpretazione di chi ha scritto, non le vere parole del giocatore, far passare altro è semplicemente ridicolo. Una vera e propria propaganda. Non è informazione o cultura.

Ci sono poi le strategie di marketing, che aiutano ad acquisire maggiore visibilità sui mercati in espansione come quelli cinesi/asiatici. Visibilità che porta a maggiori introiti dovuti alla vendita dei diritti tv dai quali tutti traggono vantaggio. Chi è intelligente non faticherà a comprenderlo.
Proprio per questo motivo, la Juventus giocherà più partite alle 15:00. I soliti chiacchieroni via Twitter (LINK), quelli che esistono solo perché antijuventini, polemizzano facendo credere ad una serie A succube della Juve. In realtà, se raccontassero tutto nel modo dovuto, avrebbero dovuto specificare che tutta la serie A tende a conquistare i mercati asiatici, tanto che anche il derby di Milano si giocherà all'ora di pranzo. Ma offrire un’informazione completa non è nelle corde di chi cerca di instillare solo odio verso i bianconeri. Che fine farebbero i trolloni del web senza Juventus? Perché purtroppo la Vecchia Signora fa guadagnare anche loro…

Per quelli che non riescono a crescere come ha fatto la Juventus, la soluzione sarebbe quella di limitarla. Insomma, per mettersi alla pari degli altri, la società bianconera dovrebbe regredire. Una strategia che era stata sperimentata già nel 2006, allora non ci sono riusciti, chissà per ché ci riprovano adesso.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!






 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our