Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Lione
Venerdì 07/08/20 ore 21,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Comunicato stampa di G. BELVISO del 26/04/2009 10:46:15
Diamo a Cesare quel che è di Cesare

 

Comunicato stampa:

Non senza un certo disagio ci preme ricordare che “l’avevamo già detto”. L’attuale gruppo dirigente della Juventus a noi era parso fin da subito inadeguato alla “Storia” ed al “Blasone” della Vecchia Signora. E la nostra riflessione non è mai stata figlia di una avversità pregiudiziale ma bensì il risultato di una attenta lettura delle scelte e delle decisioni intraprese.

Oggi gran parte della tifoseria juventina si è ravveduta ed ha finalmente condiviso le nostre idee. È necessario, tuttavia, che la interezza del popolo bianconero condivida con noi ulteriori riflessioni sulle vere responsabilità dell’attuale situazione Juve. Di fatto, abbiamo sempre attribuito responsabilità all’attuale gestione societaria. Tuttavia abbiamo sempre dato una identità a chi ha realmente permesso lo scempio che si sta perpetrando sui nostri colori da circa tre anni: LA PROPRIETA’. È impensabile, infatti, che scelte come l’aver supinamente assecondato una serie B possano essere state intraprese senza il consenso dell’azionista di maggioranza. Lo stesso presidente Cobolli, all’interno di una assemblea degli azionisti, ci aveva risposto che tale decisione, che avrebbe (così come purtroppo è stato) avuto importanti riflessi economici, era stata sottoposta all’azionista di maggioranza.

Ulteriore inderogabile responsabilità dell’azionista di maggioranza è proprio inerente la scelta dell’attuale gruppo dirigente. Un gruppo dirigente che, tra l’altro, ha dilapidato l’intero importo dell’aumento di capitale con acquisti di giocatori a dir poco imbarazzanti per un club la cui ambizione è sempre stata quella di primeggiare in qualsiasi competizione. Senza dimenticare le svendite dell’estate 2006 a club che, oltre ad essere rivali storici, sembrano non essere immuni da responsabilità per le nostre disgrazie. E non si possono di certo addurre giustificazioni sulle errate scelte societarie quali figlie dell’inesperienza. In tal caso noi avremmo da contrapporre una semplice quanto efficace domanda: “la proprietà avrebbe mai conferito mandato a guida della FIAT a dei dirigenti inesperti?”.

È necessario quindi che tutti i tifosi prendano coscienza sulle vere responsabilità del degrado sportivo. Troppo facile sarebbe inquadrare quali unici responsabili dirigenti, squadra ed allenatore. In un sondaggio pubblicato sul nostro sito internet oltre un anno fa avevamo chiesto alla famiglia Agnelli, nelle persone di Jaki, Lapo ed Andrea Agnelli, di entrare a far parte del CDA Juve. Solo attraverso una piena assunzione di responsabilità potranno dimostrare di aver capito il vero valore e, soprattutto, l’amore che i loro avi nutrivano verso quella maglia. In caso contrario rinnoviamo l’invito a prendere in seria considerazione la possibilità di cedere il passo a chi fattivamente dimostrerà di volerci riportare ai recenti fasti.

Non è più il tempo delle parole mai dei fatti. L’azionista di maggioranza ammetta quindi i propri errori e ponga immediato rimedio…… prima che sia troppo tardi!!!


Commenta l'articolo sul nostro forum!
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our