Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Lione
Venerdì 07/08/20 ore 21,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di A. AMODIO del 23/11/2006 10:39:15
NOI JUVENTINI, FORSE ABITUATI MALE…

 

È un po’ che mi frulla in testa questa idea. E lo so che (forse) potrebbe produrre due correnti di pensiero. Ma è difficile pensare – anche alla luce dei fatti – diversamente da come voglio prospettarla. Per dirla tutta, credo che noi Juventini siamo stati un po’ abituati male. Non tutti, però. E mi spiego. Credo di non dire un’eresia affermando che tutti noi – mai e poi mai – ci saremmo aspettati di finire in Serie B. E poi nel modo in cui tutti sanno.
Ecco questo particolare impone una seria riflessione. La stessa, parte dal presupposto che noi Juventini (e qui dico tutti) siamo stati abituati a vincere (e tanto), ma mai (o quasi) a soccombere specie davanti ai tifosi di altre squadre che abbiamo anche riempito di “sberleffi” – anche se con le dovute cautele – quando lo hanno meritato.
Ora che la situazione – nostro malgrado – si è ribaltata, e cioè sono gli altri a farsi beffe di noi (soprattutto – e non mi stancherò mai dirlo – grazie a questa dirigenza purista), molti di noi stanno dimostrando di non sapersi difendere!
Voglio dire: come si fa a sposare la causa dell’attuale presidente che sembra un saltimbanco, soprattutto quando non ricorda affermazioni precedenti e pur di rilanciare il “nuovo che avanza” va incontro a contraddizioni inverosimili?!
Ecco, credo che sia questo l’errore più grossolano che sta commettendo la gran parte (forse) della tifoseria bianconera sparsa per l’intero stivale.
Altrimenti non spiega – e vorrei che qualcuno me lo spiegasse – come, nonostante i paventati 13/14 milioni di tifosi, ci ritroviamo su questo sito (l’unico che sta difendendo davvero 109 anni di storia, il nostro orgoglio e la nostra dignità) solo con alcune centinaia di “irriducibili” alla causa bianconera.
D’accordo, le tecniche multimediali non sono alla portata di tutti, e quindi abbassiamo la quota al 50%. Potremmo essere circa sei i milioni di tifosi che sapranno usare internet e quindi essere a conoscenza di «Giù le mani dalla Juve?». È difficile a dirsi.
Anche perché quest’altro dato è destinato ad assottigliarsi. Penso alle migliaia di tifosi associati ai vari gruppi di Ultras che frequentano lo stadio; ai tifosi che stanno sposando le teorie di Juventus Channel, pilotata dal solito noto; a tutti quelli che continuano a vedersi pagate trasferte (stadio e viaggio) pur di seguire la Juve in giro per l’Italia; a chi, per un motivo o per un altro, si è disamorato dei nostri colori grazie alla campagna mediatica di molte testate giornalistiche.
Ma di quelli che restano – e forse sono sempre alcuni milioni – possibile che non ci sia un magistrato juventino da qualche parte d’Italia pronto a dire «sono con voi!?». Possibile che non ci sono avvocati degni di difendere (e con i denti) la nostra storia? Possibile che tra i tanti parlamentari (pronti solo a blaterare di aver costituito un club trasversale) non ci sia stato uno che abbia detto «La Juventus va difesa!». E pensandoci bene, molto modestamente, al sottoscritto questa sembra la storia dei “socialisti di una volta”, che erano infiltrati un po’ dappertutto. Per la mia attività giornalistica – anche di cronaca – frequento tribunali, procure, studi legali, forze di polizia: ebbene posso dirvi con franchezza che in tutti questi posti di comando ci sono sempre degli “intertristi”, pronti a difendere non si sa che cosa e pronti a deriderci non appena sanno che siamo juventini! Dicono di avere «la legge dalla loro parte?!»
È una cosa che fa rabbia, pensando che noi Juventini (o presunti tali) siamo molti di più e non abbiamo il coraggio (e gli attributi) di farlo sapere! Penso, ad esempio, anche a qualche pseudo – giornalista che ha venduto “l’anima al diavolo” pur di andare a blaterare ancora in tv o giornali che ormai hanno dimostrato di essere contrari alla nostra causa. E allora (forse) non meravigliamoci più di tanto. Chi sta combattendo la battaglia, associandosi a Giù le mani dalla Juve, fa parte di quella schiera di Juventini che non demordono e non lo faranno (forse) mai. Gli altri che non hanno dimostrato questo coraggio si sveglino, altrimenti potranno dimostrarlo solo a parole (e non con i fatti) questo loro amore smisurato verso la Juventus. Un monito finale: abituiamoci a combattere contro questi signori, cosi come eravamo avvezzi a vincere contro tutti!!! Altrimenti gli Agnelli (Elkann docet) si staranno già rivoltando nella tomba!
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our