Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
NAPOLI
Sabato 31/08/19 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di P. CICCONOFRI del 18/10/2014 11:44:22
Quando la FIGC si sente lesa nell’immagine?

 

La giustizia sportiva agisce con due pesi e due misure? Valutate pure voi.

Luglio 2013. Pizarro Cortez David Marcelo viene deferito “per avere, con le dichiarazioni riportate sui quotidiani La Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport del 22.07.2013 e sul sito internet la RepubblicaFirenze.it in data 24.07.2013, espresso pubblicamente giudizi e rilievi idonei a ledere il prestigio, la reputazione e la credibilità dell’istituzione federale nel suo complesso, adombrando dubbi sulla neu-tralità dell’istituzione stessa, sulla regolarità delle gare e del campionato e sulla oggetti-vità e imparzialità della classe arbitrale”. A titolo di responsabilità oggettiva è stata deferita anche la società viola. (Link)
Questa la dichiarazione punita: «ci è stato fatto lo scherzetto l’anno scorso. Io come tutti i fiorentini sono rimasto male per il finale di campionato. Ci tenevo tantissimo a giocare la Champions. Ce l’ho ancora qua. A Firenze dedichiamo tutta una settimana al lavoro e poi succede quello che è successo… ».Link

Ottobre 2012. Alessandro Diamanti del Bologna viene deferito “per aver espresso, mediante le dichiarazioni pubblicate su organi di informazione, giudizi e rilievi lesivi della persona dell’arbitro Andrea De Marco nonche’ della sua reputazione, attribuendogli, altresi’, un comportamento improprio, come tale offensivo della dignita’ dell’intera categoria arbitrale e del suo ruolo nell’ordinamento federale”. Deferito anche il Bologna per responsabilita’ oggettiva.
Questa la dichiarazione punita: "Ho sentito e visto cose da parte dell'arbitro che non dico perché non voglio smettere di giocare a calcio". Un'ammonizione definita "vergognosa" da Diamanti che si era sentito "preso in giro" da De Marco. (Link)

Ottobre 2013. FrancescoTotti al termine della partita Juventus – Roma rilascia la seguente dichiarazione: "Sono dispiaciuto, quello che è successo ha condizionato la partita, da anni si verificano certi episodi che condizionano le annate. Non so se stiamo stati battuti dall'arbitro, sicuramente non dalla Juve. Con le buone o con le cattive vincono sempre. Le immagini parlano chiaro. Tutta Italia dovrebbe dire questo. La Juve dovrebbe giocare un campionato a parte, ogni anno è così. Tanto arriveremo ancora secondi".
Morgan De Sanctis, il 16.10.2014, rilascia un’intervista alla Gazzetta Dello Sport in cui afferma: “Bisogna saper perdere, ma si fa fatica ad accettare certe decisioni perché si ha la sensazione di non giocare ad armi pari”; “Prima di Calciopoli la classe arbitrale era poco libera nei fatti, l’attuale invece è libera e bisogna concedere loro l’errore. Non c’è disonestà intellettuale, ma purtroppo il sistema italiano si muove con leggi non scritte in cui il potente ha sempre ragione e gli si può concedere tutto”; «Che la sudditanza psicologica esiste. Nell’Udinese devi accettare cose che non sempre si verificano ma non ti sorprendono. Con Napoli e Roma si verificano meno. Sulla Juve occorre fare una valutazione generale: tutto quello che ha vinto nel calcio italiano non è proporzionale a quello che ha vinto all’estero. Ed è un qualcosa che fa riflettere…»; «L’arbitro arriva lì con 5 assistenti, non ne ha bisogno di altri cinque. Ho ancora nella memoria i flash dopo il primo rigore per il mani di Maicon e dopo il gol di Totti: è assurdo che 4-5 juventini debbano andare a protestare da Rocchi, che è bravissimo. E’ una situazione studiata che usano nei momenti d’indecisione».

Ufficialmente, ad oggi, non è stata aperta nessuna indagine né tantomeno partito alcun deferimento verso Totti e De Sanctis.La Feder azione evidentemente si sente, solo in alcune circostanze, “lesa nella sua immagine”, così come alcuni direttori di gara avranno più diritto di altri ad essere tutelati. Questa è una semplice fotografia della realtà ed in questo momento, piaccia o non piaccia, chi gode di una posizione di privilegio è la Roma ed i suoi tesserati a cui è permesso, usando il gergo di Totti, di rispettare un regolamento a parte.

La nostra pagina facebook

La nostra pagina twitter

Commenta con coi sul nostro forum!

 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our