Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Atalanta
Domenica 19/05/19, ore 20,30
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Eventi di S. BIANCHI del 11/03/2018 09:41:43
Quanti allenatori!

 

L’11 marzo 1973, a Marassi, Sampdoria e Juventus scendono in campo per la sesta gara del girone di ritorno del campionato. Per una volta non voglio parlarvi di partite, di trofei, anche se quell’anno vincemmo il quindicesimo scudetto sul Milan, e purtroppo perdemmo la nostra prima finale di Coppa dei Campioni con l’Ajax. Vale la pena di ricordare questa gara, a quarantacinque anni di distanza, per la sua singolarità, cioè per la presenza in campo di ben quattro allenatori bianconeri del passato, del presente e del futuro.

Sulla panchina blucerchiata siede Heriberto Herrera, allenatore bianconero per sei anni (1964 - 1969), durante i quali conquistò una Coppa Italia e uno Scudetto; sulla panchina bianconera siede Cestmir Vycpalek, già calciatore di Madama nella stagione 1946/47, che nei tre anni in cui si è seduto sulla nostra panchina (1971 - 1974) ha conquistato due Scudetti, ma che purtroppo è anche zio materno di un certo Zeman.

In campo con la Sampdoria, con la maglia numero cinque di stopper, Marcello Lippi, poi per otto anni (1994 - 1999 e 2001 - 2004) allenatore bianconero con un palmares di cinque Scudetti, una Coppa Italia, quattro Supercoppe di Lega, una Champions League, una Supercoppa UEFA, una Coppa Intercontinentale; col numero dieci sulle spalle della maglia bianconera, invece, Fabio Capello, che nei sei anni da calciatore ha vinto tre Scudetti e nei due da allenatore, gli Scudetti 2005 e 2006.

Per la cronaca, dopo un primo tempo senza particolari emozioni, la Juventus va in vantaggio al quarto minuto del secondo tempo con una punizione di Capello. La Sampdoria, con una seconda frazione veemente, ci obbliga nella nostra metà campo per larghi tratti di gara, senza però riuscire a pareggiare. Scarno il commento di Vicpalek al novantesimo: “Conta il risultato. Per noi era estremamente importante”.

La nostra pagina facebook

La nostra pagina twitter




 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our