Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Bologna
Sabato 19/10/19 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di S. BIANCHI del 10/10/2019 08:19:06
Vince Lombardi, Russell Crowe e... la Juventus

 

Se vi domando di una frase famosa pronunciata da Boniperti, a tutti voi viene in mente la celeberrima “Vincere non è importante, è la sola cosa che conti”. Il buon Giampiero, che quando sceglieva la sua mucca come premio per il gol della domenica, ne prendeva sempre una gravida, non ha mai fatto cenno che la “sua” frase sia stata partorita da un’altra mente, peraltro, quella di un altro grande condottiero, Vince Lombardi.

Vince Lombardi (Brooklyn, NY, 11 giugno 1913; Washington, 3 settembre 1970) è stato un allenatore di football americano, famoso per aver vinto cinque National Football League e due Super Bowl con i Green Bay Packers, oltre ad aver coniato, nel corso della sua carriera, una serie di frasi utili a stimolare le capacità di vittoria dei propri atleti. Eccone qualcuna, qui di seguito.

“Se la vittoria non è tutto, perché tengono il conteggio dei punti?”

“Vinci in qualsiasi modo ti è possibile per tutto il tempo che ti è possibile. I bravi ragazzi finiscono sempre ultimi.”

“Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi.”

“Il dizionario è il solo posto dove la gloria viene prima del lavoro”.


Infine, almeno dieci anni prima del buon Giampiero, la mitica:
“Vincere non è tutto. È la sola cosa - Winning is not everything. It's the only thing”.

Anche Boniperti non è stato avaro di aforismi e pensieri da tramandare ai posteri: eccone un po’, qui a seguire.

“La Juve è una fede che continua a essermi appiccicata addosso. Sono da compatire quelli che tifano per altri colori, perché hanno scelto di soffrire. Sembrava una battuta, invece lo pensavo e lo penso tutt'ora”.

“I tiri più belli riescono quando non ci pensi, oppure quando sbagli ma la palla va nel sette”.

“La Juventus è un modo di vivere, di comportarsi, di ragionare”.

“C'è un'eleganza che non è deliberata, ma che si acquisisce o s'interpreta una volta che viene indossata quella meravigliosa divisa bianconera”.

“La Juve non è soltanto la squadra del mio cuore. È il mio cuore”
.

E quando gli chiesero perché la Juve è così antipatica, rispose: “Lo è adesso, lo era quando la dirigevo io, lo sarà in futuro. L'invidia rappresenta una medaglia al valore”.

Ora, vogliamo per caso parlare dell’hashtag “fino alla fine”, che ha sostituito con gli stessi, ottimi risultati, l’obsoleto motto di Boniperti? Sapete da dove viene? Anch’esso deriva da qualcosa di precedente, il titolo italiano (“Fino alla fine”) di “No way back”, non indimenticabile film americano del 1995, di Frank Cappello, con Russell Crowe.

Se nel caso di Boniperti si può citare Gervaso (“Il plagio è un atto di omaggio. Chi copia ammira”), nel caso di “fino alla fine” può tornare utile la frase di Remy de Gourmont (“L'arte di certi scrittori consiste soltanto nel ripetere cose già dette, facendo credere alla gente di sentirle per la prima volta”). In fin dei conti era solo una traduzione, neanche tanto fedele. Comunque, come disse Albert Einstein, “Il segreto della creatività sta nel saper nascondere le proprie fonti”. Ragazzi, in conclusione, non importa da dove si prendano le frasi che funzionano, basta che funzionino. Anche se, come diceva un mio amico e collega psicologo: “Le idee, da sole, vanno poco lontano: bisogna dar loro gambe”.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!

 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our