Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Udinese
Domenica 15/12/2019 ore 15,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 29/11/2019 15:13:06
La Gazzett-Inter delle meraviglie

 

Ad avere a che fare con certa carta stampata è evidente come troppo spesso si cerchi di mettere in ombra la Juve esaltando, fin troppo, quelli che sembrano essere i principali competitors. Come sempre accade, la Gazzetta dello Sport non delude le aspettative.

Già in prima pagina campeggia: "Inter, nel segno dei gemelli (del gol). L’immagine della svolta nerazzurra. Mai visti due così. Lukaku-Lautaro: già 22 reti. Come è nata la coppia da record".
Spazio anche al vittimismo: “Romelo: altri cori razzisti «Ma l’Uefa non ha sentito». All’interno si continua con la stessa enfasi: "La più bella coppia del mondo. Conte li ha plasmati, Lukaku e Lautaro a ritmo di record Inter. Lu-La con la media gol al top negli ultimi 30 anni. Per il Toro no al Barcellona: nel 2020 il rinnovo”.
Spazio anche alle parole di Aldo Serena e il titolone riporta: “Come me e Diaz. Non c’è invidia e il gol dell’altro dà gioia a tutti”.

Pensate sia finita? No, altra pagina e parola a Sacchi con titolone: "È un’Inter di eroi”. Ma non è ancora tutto. Sfogliando un’altra pagina leggiamo a caratteri cubitali: “Lukaku a Praga cori offensivi”. Cori che la Uefa non ha udito e che non porterà a nessuna sanzione.
(Tutti gli articoli della rassegna stampa del 29.11.2019)

C’è tutto: la svolta, i record, i campioni, la famiglia unita, l’allenatore che plasma e la vittima. Ben cinque pagine di lodi ai nerazzurri, con immagini dolci dei due attaccanti che si stringono la mano ed esultano e che si abbracciano uscendo dal campo.

E la Juve? La prima notizia a tinte bianconere riguarda la squadra femminile: “Aluko va via: «Trattata come una ladra» Torna in Inghilterra: «Ok alla Juve, ma Torino è 20 anni indietro nell’integrazione». E via dicendo: «Se il club vuole continuare ad attrarre i talenti, deve far sentire le calciatrici a casa» (LINK).
Non vogliono certo far dimenticare che a Torino c’è sempre un “caso Ronaldo”, quindi parola a Bonucci: «CR7 non al top, ma è un valore aggiunto» (LINK). Ovviamente, viene richiamato il saluto militare di Dybala a Demiral perché, a quanto pare, le parole di Paulo non sono state chiare: «È semplicemente uno scherzo, qui con l’abito del capitano comprensivo. Un gioco tra Paulo e Demiral, senza nessun secondo fine» (LINK). Ancora criticità per la Juve: “Aumento di capitale, nel prospetto tutti i fattori di rischio. Il piano di sviluppo già scattato in estate con De Ligt ha creato tensioni finanziarie che saranno superate con i 300 milioni”( LINK).

In questo caso, le parole in neretto sono: "ladra", "indietro di 20 anni", "non al top", "tensioni", "rischio e giochi non graditi". Insomma, niente a che vedere con il clima idilliaco di Milano, alla Juve si devono stemperare tensioni dovute al capriccioso Ronaldo che non è nemmeno al top. Giocatrici che lasciano Torino perché la città è razzista e la società non le fa sentire a casa. Brutte cose alla Juve.

Guardo le paginette rosa sempre sorridendo, perché è talmente evidente da come vengono presentati i singoli servizi, dallo spazio che occupano e dalla parole con cui vengono accompagnati, dove si vuol arrivare.

ARTICOLI CORRELATI

Natural born Gazzetta
Ultime dalle news
Quota rosea
Apostrofi rosa
La Gazzetta dello Sport sponsorizza l’Inter

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook!
La nostra pagina twitter
Commenta con noi sul nostro forum!



 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our