Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Domenica 17/01/2021 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 29/12/2020 13:25:05
La Premier League non è la Serie A

 

È divertente e forse anche un po’ ridicolo, ma in Premier non sapevano che, rinviando Everton - Manchester City, avrebbe scatenando il pandemonio in Italia dove i paragoni con Juve – Napoli si sono sprecati e dove ogni presunto professionista dell’informazione racconta la cosa a seconda del proprio campanilismo, contando sulla solita ignoranza generale dei tifosi.

Partiamo dalla nota ufficiale del Manchester City: "Dopo l'ultimo giro di test Covid-19, il club ha avuto una serie di casi positivi, oltre ai quattro già segnalati il giorno di Natale con la sicurezza della bolla compromessa, c'era il rischio che il virus potesse diffondersi ulteriormente tra la squadra, lo staff e anche oltre. Sulla base delle forti raccomandazioni mediche, la Premier League, in accordo con entrambi i club, ha deciso di posticipare la partita. Tutti i positivi , che vedono coinvolti giocatori e personale, osserveranno un periodo di autoisolamento in conformità con il protocollo di quarantena della Premier League e del governo britannico. Il campo di allenamento della prima squadra alla City Football Academy chiuderà a tempo indeterminato, con la squadra che sarò sottoposta a test prima che venga presa la decisione di riprendere gli allenamenti".

Il City ha ammesso di aver compromesso la bolla. Si è riunito il board della Premier e ha rinviato la partita. Non è che il City, arbitrariamente, ha deciso di non presentarsi o ha cercato con messaggini privati un accordo sottobanco, né tantomeno ha chiesto aiuto alla politica e alle strutture sanitarie. La Premier League ha dato l’ok alla richiesta di rinvio dopo aver consultato un medico. Teniamo anche conto del contesto attuale del Coronavirus a Londra, con record assoluto di contagiati dall’inizio della pandemia.

Il dubbio non ancora chiarito sul Napoli è proprio quello legato alla corretta creazione della bolla. Ricordiamo che al momento del primo contagio, il Napoli non aveva nemmeno una struttura predisposta per l’isolamento del gruppo come previsto dal protocollo. Ovviamente se ne sono ben guardati dall’ammetterlo e invece di ricevere penalizzazioni, sono stati anche premiati dal Coni. Le ultime sull’argomento parlano di una multa per il club partenopeo senza nemmeno andare a giudizio.

La Premier League, su consiglio medico (senza specificare di chi), decide il rinvio, ovviamente dopo aver sentito ed informato le due società. A seguito del quale, tutto il centro sportivo del City è stato chiuso per la sanificazione, tutto il personale mandato a casa, non c’è ancora una data per la ripresa degli allenamenti.
A Napoli, la bolla è stata creata dopo 4/5 giorni, gli allenamenti non si sono mai fermati, e giocatori sono andati tranquillamente a cena fuori scattando anche selfie e registrando dirette divertenti acchiappa click.
Infine, ieri sera il City contava 9 positivi e oggi era previsto un altro giro di tamponi per il gruppo squadra. Non proprio come il Napoli che aveva due positivi che poi sono rimasti gli unici.

Registriamo anche la nota ufficiale dell’Everton in cui il club si rammarica per il rinvio della partita, vista la sua importanza con la squadra pronta a scendere in campo, e chiede quali informazioni il City ha fornito alla Premier League in modo che sia chiara la decisione che ha portato al rinvio del match. Non proprio la versione fornita da qualche giornalista italiano in cui parlava di accordo tra club ancor prima della decisione della Premier (LINK).

La flotta di giornalisti tifosi, con informazioni parziali, sta tentando di paragonare la situazione Everton-City a Juve-Napoli, nel tentativo di creare un ulteriore giustificativo al comportamento del Napoli. In realtà non c’è niente su cui paragonare i due episodi se non per evidenziare coma la Premier League sia altra cosa rispetto alla nostra Serie A.


La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!

La nostra pagina FACEBOOK


 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our