Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Domenica 17/01/2021 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di E. LOFFREDO del 04/01/2021 07:24:21
Gli Jndifferenti

 

La non reazione juventina dopo la decisione del Collegio di Garanzia del Coni su Juve-Napoli è solo l'ultima perlina di una collana che non fu iniziata nel 2006 come molti di noi potrebbero pensare, ma negli anni ottanta e forse anche prima. Non rispondeva Boniperti (se non per tutelare sé stesso) e oltre le battute non provvedeva l'Avvocato.

È la stessa indolenza di chi «gli scudetti che abbiamo vinto, sappiamo quelli che abbiamo vinto». È l'apparente piglio battagliero di chi vuol chiamare "i caschi blu dell'UEFA" e nel frattempo vigila inerte davanti all'ecomostro giuridico edificato davanti alla nostra storia. Un po' come quel personaggio letterario che vinta la propria debolezza caratteriale si decide a lavare l'onore, ma spara con una pistola scarica.

Come possiamo quindi pretendere di arrabbiarci (me per primo) se tra i dipendenti è radicata la passiva accettazione di tutto quanto capita alla Juventus? Perché se è vero che nel recinto dei novanta minuti si lotta fino alla fine, è altrettanto vero che al di fuori del rettangolo verde (solo quello domestico) impera un fatalismo che mortifica ogni forma di elevazione morale, zittisce qualsivoglia richiesta di rispetto per sé e, infine, ignora la salubrità dell'ecosistema sportivo in cui si deve vivere.

Passivamente i giocatori si faranno «inculcare il concetto che non siamo come il Real Madrid, e mai lo saremo», inveiranno contro il «bidone della spazzatura al posto del cuore»; dei massimi dirigenti uno pare riuscire ad agitarsi solo tra le poltroncine dello Stadium e l'altro, qualora ce ne fosse ancora bisogno, ci renderà edotti del fatto che davanti all'ennesima schifezza giuridica ai danni della Juventus «siamo sempre estranei e indifferenti».

Ogni tanto può capitare il Pirlo di turno che si espone e cerca di innescare il moto di orgoglio e amor proprio (vedi le dichiarazioni sulla decisione del CONI), e anche dopo le volgari risposte di un cinepanettonaro prestato al calcio viene inesorabilmente lasciato da solo da società, giocatori e amici del web. È tradizione societaria lasciare da soli gli allenatori...

A guardare da fuori, con gli occhi del tifoso, pare che alla Continassa si sia consolidato un brutto atteggiamento. Sembra che tutto scivoli addosso senza amore per la Juve. Solo passione per la vanagloria personale.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!





 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our