Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Domenica 18/04/2021 ore 15,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di P. CICCONOFRI del 08/03/2021 13:20:41
Cancellazione mediatica

 

Nel 2004 un Franco Carraro preoccupato per le polemiche sugli arbitraggi e sulla Juve, al telefono con Bergamo, allora designatore, si raccomandava cosi: «Almeno nei casi dubbi, mi raccomando: non si favorisca la Juve!».Sono passati tanti anni, ma di fondo questa affermazione è quella che viene inconsciamente seguita dai fischietti ancora oggi.

Sabato scorso la Juventus affronta la Lazio in un match importante per il proseguo del campionato. Al 24’ del primo tempo Acerbi interviene in scivolata su Chiesa, sul contrasto la palla colpisce la mano destra di Hoedt, in raddoppio con il braccio largo. Cosa recita il regolamento? «E’ infrazione se un calciatore tocca il pallone con le mani/braccia quando queste sono posizionate in modo innaturale aumentando lo spazio occupato dal corpo», ricordando che la volontarietà non è più un criterio. Quindi rigore netto.Di Bello al VAR non consiglia a Massa di andare a rivedere l'episodio lasciando la decisione errata così come presa dal fischietto in campo. Ricordiamo che in quel momento il punteggio vedeva la Lazio in vantaggio per 1-0.

Una decisione sbagliata senza attenuanti e senza giustificazioni. Un errore non solo di Massa, ma anche di Di Bello al VAR. La cosa ancor più sorprendente arriva dopo la partita quando l’episodio viene praticamente cancellato dagli highlights del match, come se non fosse esistito. Ancor più incredibile nella settimana in cui il vicedirettore napoletano di Rai Sport ospita l’arbitro Orsato che dopo ben tre anni viene costretto a tornare su un mancato rosso a Pjanic!

Immaginare cosa sarebbe successo a parti invertite o se quel rigore non fosse stato fischiato ad esempio all’Inter! Non è difficile prevederlo: speciali in onda 24 ore al giorno per polemizzare sulla decisione sbagliata, Massa costretto a non arbitrare per anni la squadra penalizzata, minacce dai tifosi e, dopo tre anni, in cui costantemente  si continuerebbe a parlare dell’episodio, costretto a scusarsi in diretta nazionale (dopo che anche il designatore è stato chiamato a scusarsi sempre in TV), godendo appieno dell’appoggio mediatico.

Un comportamento ammesso e accettato, non perché sia giusto, ma perché tiene viva quell’enfasi antiJuve più premiante di mille vittorie. E scriviamo questo dopo una vittoria convincente ottenuta nonostante il torto arbitrale. Perché quello che non è ammissibile, in epoca VAR, è accettare supinamente una decisione penalizzante come questa. Il VAR nel momento stesso in cui non interviene per episodi così netti ha fallito completamente il suo compito.


Iscriviti alnostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul nostro forum!






 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our