Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Roma
Domenica, 17/10/21 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 27/09/2021 07:57:49
Allo Stadium ti identificano!

 

J-Stadium, in occasione di Juventus-Milan, un tifoso juventino, si è distinto per insulti razzisti nei confronti di Maignan, il portiere dei rossoneri. Il video ha fatto il giro del web.
Grazie al modernissimo sistema di vigilanza all’interno dello stadio, la Digos ha identificato e denunciato per istigazione all’odio razziale il tifoso colpevole degli insulti all’avversario.

Il Milan ha segnalato i cori razzisti il giorno successivo al match, ma la Juventus si era già mossa per identificare i responsabili. Si tratta di un operaio e sindacalista di Rovigo cui la Juve vieterà l’ingresso dallo Stadium. Il provvedimento già preso prima che arrivi il Daspo utilizzando il regolamento dell’impianto che dà facoltà al club di negare l’accesso a responsabili di atti violenti o razzisti.

La Procura Federale non aprirà un fascicolo contro lo spettatore . La segnalazione alle autorità di Polizia è comunque già avvenuta e l’esclusione ufficiale dagli impianti scatterà non appena sarà chiarita la responsabilità.

Un esempio di efficienza che non risolve il problema generale. Nessun altro impianto, in Italia, è dotato di un sistema di videosorveglianza come quello presente allo Stadium e forse, in altre realtà, non c’è la stessa volontà e voglia di risolvere e affrontare il problema.
Vorrei ricordare, per fare un solo esempio, quando a Cagliari gli ululati razzisti nei confronti dello Juventino Kean, sentiti chiaramente anche dalla TV, furono affrontati dal presidente del Cagliari, con affermazioni di questo tenore: “Troppi moralismi. Solo una strumentalizzazione”. Forse per evitare la chiusura della curva, forse per la voglia di non schierarsi contro il proprio pubblico, forse pensando di avere a che fare con un pubblico di tifosi sordi.
La Digos, in collaborazione con la Juve, ha impiegato 4 giorni per identificare il tifoso razzista in uno stadio con migliaia di persone, ma non è mai riuscita a trovare il razzista che insultò Benatia in uno studio Rai 4 anni fa.

Quindi un plauso alla Juventus, per l’efficienza e l’esempio!

Iscriviti alnostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul forum!











 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our