Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Roma
Domenica, 17/10/21 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 04/10/2021 10:58:40
Prima della pausa nazionale

 

L’ultimo turno del campionato prima della pausa per gli impegni della Nazionale, è stato introdotto dalle lamentele di Sarri che ha polemizzato sugli impegni ravvicinati. Tutti hanno raccolto il suo sfogo senza far notare che la Lazio non è stata l’unica squadra a giocare dopo 64 ore dall’impegno europeo. Un’altra è stata la Juve, ma nessuno pare essersene accorto.

Durante Fiorentina-Napoli, si sono sentiti cori razzisti all'indirizzo di Koulibaly, Victor Osimhen e Franck Zambo Anguissa. Il difensore del Napoli, impegnato in un'intervista nel post gara, è stato insultato da alcuni tifosi sugli spalti: «Sei una scimmia». Koulibaly ha individuato i responsabili e ha replicato prima di entrare negli spogliatoi: «Mi hai chiamato scimmia? Vieni qui a dirmelo se hai il coraggio». La sua uscita è stata accompagnata dagli ululati da una parte del pubblico. (LINK)

Ora coraggio Commisso e coraggio Fiorentina! Individuate i responsabili e negategli l’accesso allo stadio. Non sembra difficile capire chi è visto che lo ha fatto lo stesso Koulibaly! Attendiamo fiduciosi.


Quelli appena descritti sono fatti che hanno della stessa deriva etica di cui soffre il "calcio parlato (urlato)". In Italia spesso e volentieri un episodio dubbio diventa il cavallo di battaglia di qualche tifoso televisivo e di qualche presidente esuberante. Una possibilità riservata a pochi, in realtà solo a chi gode di appoggio mediatico. Gli accadimenti del campo non si raccontano in modo oggettivo, si maneggiano con cura per "orientare".


Prendiamo ad esempio Sassuolo-Inter: De Vrij lancia a rete Defrel; Handanovic esce, tocca l'attaccante neroverde con il piede sinistro e con il gomito, fuori dall'area. Il francese cade a terra, Pairetto non va nemmeno a rivedere il contatto al VAR e non lo sanziona. Il fallo appare netto, da valutare l'eventuale espulsione, ma la porta sguarnita difficilmente può far ignorare la chiara occasione da gol. Ciò che salta all’occhio è proprio la presa di posizione mediatica. La Gazzetta dello Sport nel titolo che accompagna la moviola prende chiaramente posizione a difesa del portiere nerazzurro: «Il perché del mancato rosso a Handa».(LINK)

Parliamo anche del Napoli, altro club “piagnone” che ricorda, da sempre, grazie a uno stuolo di tifosi chiassosi che si prestano al gioco, solo episodi sfavorevoli. Durante Fiorentina-Napoli in occasione del calcio di rigore tirato da Insigne e intercettato da Dragowski la palla è tornata verso il capitano azzurro che lo ha anticipato di testa ma è arrivata un'altra respinta da parte del portiere viola. Il pallone è arrivato sui piedi di Lozano, che ha segnato con un tiro sotto la traversa. Subito si sono scatenate le proteste dei calciatori del club toscano per un fallo sul portiere con Insigne che gli è praticamente caduto addosso. Anche in questo caso, la stampa usa toni trionfalistici per la vittoria in rimonta, senza evidenziare una situazione quantomeno dubbia. (LINK)

Sia contro l’Inter, sia contro il Napoli, la Fiorentina ha subito due decisioni discutibili che hanno inevitabilmente condizionato il risultato finale. Siamo certi che Commisso si presenterà davanti ai microfoni solo per commentare presunte situazioni sfavorevoli con la Juve (reali o meno che siano). Scommettiamo?


Nonostante episodi clamorosi come quelli appena indicati, alla Domenica Sportiva hanno parlato della caduta di Cuadrado in area del Toro, chiedendosi se fosse simulazione. Alla fine hanno concluso che non si tuffa ma che non è mai rigore perché «viene tamponato leggermente». (LINK)

Questa è la diversa impostazione mediatica nel racconto del calcio giocato.

Iscriviti alnostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul forum!











 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our