Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Juventus
Sabato, 21.05.2022 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di P. CICCONOFRI del 17/01/2022 15:09:41
Se la bussola è Commisso

 

Nei giorni scorsi è tornato alla ribalta Rocco Commisso, che con le sue dichiarazioni rilasciate ai media statunitensi ha continuato a gettare fango sulla Juventus e sul calcio italiano.

Cosa ha detto il presidente della Fiorentina Sulla Juventus?
«L'inchiesta Covisoc ha fatto crollare le azioni Juve di un terzo? Gli azionisti di un'azienda Usa quotata in Borsa, che avessero subito quelle perdite, farebbero causa a quei figli di puttana. E mi scusi il linguaggio». Commisso, parlando sempre della famiglia Agnelli, ammette che «ci sono anche gelosie, è vero. Perché chi altro ha fatto quello che ho fatto io in Italia? Vuoi che li elenchi? Non gli Agnelli. Il nonno, forse, non i nipoti». E già che c'era ha speso qualche parola anche per Inter e Milan, che non avrebbero fatto cose positive o apprezzabili «non Gordon Singer al Milan. Non quel ragazzo alla Suning. Usano i soldi degli altri».

Al di là della nostra risaputa "stima" per il presidente bianconero, Commisso (e soprattutto chi riporta in Italia) dovrebbe ricordare che l’inchiesta sulle plusvalenze non è stata ancora chiusa, né tantomeno sono state emesse condanne. A parte le convinzioni personali di chi scrive e di chi legge, ma veramente eleggiamo Commisso quale metro di riferimento per misurare il valore della Serie A? Questo suo modo di porsi, il lessico che utilizza e le accuse che muove sono la stella polare della presentabilità del calcio italiano all'estero?

Personalmente, fossi un azionista di una società che vede calcare di un terzo il valore delle proprie azioni in un contesto ancora in divenire, e con quei media che emettono sentenze ancora prima della chiusura delle indagini, veicolando informazioni con una lettura di parte, sarei sì arrabbiato con la dirigenza e pretenderei che l’azionista di maggioranza della Juventus si difendesse in ogni sede e procedesse con azioni legali verso chi, contribuisce a diffondere queste ricostruzioni che minano l’immagine del club.

E si badi, il tutto ben consapevoli che, coerentemente con posizioni già espresse, in casa Juve si sia fatto un uso eccessivo dello strumento delle plusvalenze. Non si può fare plusvalore senza mai ritrovarsi un corrispondente valore tecnico in rosa. Volendo si potrebbe trovare una colpa maggiore: fare una minusvalenza, e l'attuale dirigenza è riuscita nell'impresa di farne una con la cessione di Ronaldo!

Quindi presidente Agnelli, come avrà capito, il silenzio non paga ma permette alle illazioni di sostituirsi all'analisi critica delle accuse. Sarebbe ora di intervenire e almeno difendere l’immagine della Juventus anche da questi personaggi che per emergere non ha altro modo che infangarla.

E cosa ha detto il presidente della Fiorentina sullo Stadio Artemio Franchi?
«Lo stadio Artemio Franchi di Firenze è la cosa più ‘merdosa’ che sia mai stata inventata. Che storia ha? Hanno vinto due campionati in novant'anni. La burocrazia mi sta facendo impazzire».

Da sportiva e da amante del calcio italiano, non certamente da tifosa della Fiorentina, mi chiedo: ma realmente permettiamo a Commisso di svendere in questo modo volgare la storia e l’immagine del nostro calcio? Veramente abbiamo bisogno di questo personaggio per tenere in piedi il baraccone?
Commisso si dà autoreferenzialità chiedendo «chi altro ha fatto quello che ho fatto io in Italia?». Appunto che ha fatto? Sembra chiaro che l’investimento fatto nella viola, probabilmente nascondeva i soliti interessi legati ad una più facile via per cementificare parte del territorio con le agevolazioni che potevano arrivare dal mondo del calcio. Le difficoltà burocratiche e quella arroganza di un personaggio che si sente un po’ al di sopra di tutti, rendono la sua immagine ancora più maccheronica e indesiderata.

La procura della Figc ha aperto un’inchiesta su questa intervista rilasciata al Financial Times da Rocco from Bronx. Non nutro particolari aspettative sul suo esito, credo che si chiuderà con il solito nulla di fatto. Ma sarei veramente felice che per una volta, il calcio, la Figc, e persino Agnelli, prendessero una posizione chiara e fosse da esempio.

Iscriviti alnostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul forum!










 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our