Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Sassuolo
lunedì 15/08.2021, ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di L. BURZIO del 21/07/2022 08:26:21
Gleison BREMER

 

Dopo la cessione al Bayern Monaco di De Ligt, per la Juventus era fondamentale assicurarsi subito un difensore centrale di livello e saltati Rudiger e Koulibaly i dirigenti bianconeri si sono fiondati su Bremer, centrale del Torino eletto miglior difensore dello scorso campionato.

Il centrale ex toro arriva alla Juventus per quarantuno milioni di euro più eventuali otto di bonus e firma un contratto fino al 2027 nel quale, si dice, percepirà cinque milioni di euro più bonus legati alle presenze e al rendimento. L'esborso della Juventus è stato senza dubbio alto ma va considerato che il calciatore aveva un accordo verbale con l'Inter e sono serviti parecchi soldi per fargli cambiare idea e trattenerlo sotto la mole.

Gleison Bremer Silva Nascimento nasce nel 1997 in Brasile e inizia la carriera in patria prima di essere acquistato dal Torino nel 2018 che lo preleva dall'Atletico Mineiro per circa cinque milioni di euro. In granata il ragazzo ovviamente non vince nulla, ma nelle ultime due stagioni si distingue e si mette in mostra attirando le attenzioni delle migliori squadre italiane. Venendo subito alle note dolenti c'è da dire che Gleison non ha nessuna esperienza in campo internazionale non avendo mai partecipato ad una competizione europea.

Andando invece ai punti di forza bisogna dire che Bremer è un difensore centrale dal fisico molto potente (quasi un metro e novanta per ottanta chilogrammi), che ha fatto le cose migliori in una difesa a tre ma è facilmente adattabile anche a due visto che, per caratteristiche, è un marcatore pure "sull'uomo",
È anche abile nel gioco aereo e ha anche una discreta tecnica che lo rende un centrale moderno nonostante abbia ancora qualcosa da imparare nella fase di impostazione del gioco.
Bene anche nelle preventive e nel gioco d'anticipo; tra le cose da migliorare ci sono ancora l'irruenza che mette in alcuni contrasti e la lettura di alcune situazioni, caratteristiche che potrà migliorare solo con l'esperienza e giocando accanto a difensori più anziani di lui.

Insomma, per il dopo De Ligt, la Juventus punta su uno dei più promettenti difensori del campionato italiano e mette nelle mani di mister Allegri una pedina importante che quasi sicuramente sarà titolare nella coppia di difensori centrali.

La maglia numero tre della Juventus è un'eredità pesantissima e l'augurio è che Gleison non faccia rimpiangere troppo il suo predecessore scendendo sempre in campo con grinta e voglia di crescere ancora in un club che punta a tornare campione d'Italia.

Benvenuto, Gleison!
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our