Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
FROSINONE
Domenica 25/02/2024 ore 12,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di P. CICCONOFRI del 13/01/2024 14:43:02
Designatore o tifoso da bar sport?

 

Dopo i recenti ed ennesimi errori arbitrali Rocchi ha sentito il bisogno di intervenite: «Sentiamo parlare di mancanza di rispetto (il riferimento è alle parole di Sean Sogliano, ndr.), ma il rigore poi non l’hanno sbagliato Nasca o Fabbri... Abbiamo fatto degli errori e non ci nascondiamo, ma dietro un errore non c'è mai nulla di più di un errore».

Se Rocchi richiama i tesserati ad avere un atteggiamento diverso, è bene che qualcuno richiami Rocchi per le sue esternazioni. Lette così, sembra quasi che quel rigore sia stato dato come compensazione al macroscopico e consapevole errore precedente. Vi sembrano parole accettabili?

Il fatto che tutti siano sorpresi dal clima di caccia alle streghe dopo un errore arbitrale, in realtà una sequenza di errori arbitrali, fingendo di non sapere che questa situazione deriva da una politica, quella del sospetto, sostenuta per tanti anni, dai media, dalle istituzioni, dagli addetti ai lavori, che hanno coinvolto soprattutto la Juve. Quel famoso sentimento popolare che hanno voluto usare come giustificativo per le sentenze della giustizia sportiva, come nel 2006, come lo scorso anno e come ogni volta hanno provato ad infangare la Juve per la mancanza di competitività delle altre squadre.

Rocchi deve rendere credibili gli arbitri che gestisce e rappresenta, deve dare delle indicazioni chiare che non rendano sospettoso il pubblico . È difficile pensare ad una uniformità di giudizio quando, durante la stessa giornata di campionato, chi spazza via la palla ed ha la maglia bianconera (Rabiot) viene ammonito e chi compie lo stesso gesto, ma con la maglia nerazzurra (Barella) viene graziato. Oppure deve spiegare come è possibile che se un bianconero dice «Quello era un rigore imbarazzante» riceve un rosso (Morata) e chi scaglia il pallone contro il fischietto (Lautaro) o lo manda direttamente a quel paese in mondovisione (Barella), non subisce conseguenze.
Questi arbitri se sono scarsi vanno sostituiti, se non sono formati nel modo dovuto vanno ripresi e così fin quando non saranno credibili. Sinceramente, prendersela con chi, per un errore rischia di retrocede o di perdere un titolo è sinceramente poco professionale.

Il rispetto lo chiediamo noi tifosi, usati per finanziare un calcio, che non ha più nulla di credibile. Quindi, caro Rocchi, ridimensioni la rabbia, si rimbocchi le maniche ed induca i suoi arbitri ad una corretta interpretazione del regolamento. E soprattutto che sia uniforme questa interpretazione.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook!

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul forum!








 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our