Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
FROSINONE
Domenica 25/02/2024 ore 12,00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          L'ANGOLO DEL TIFOSO
Articolo di paolo 44 del 07/04/2009 03:20:36
cannavaro e buffon
Per quanto riguarda Cannavaro e Buffon bisogna fare alcune considerazioni cercando di guardare oltre il tifo.
Nella drammatica estate del 2006 in base all’atteggiamento della Società tanti giocatori non ebbero chanches.
L’imperativo era tagliare il monte stipendi ed era necessario che tanti si cercassero un nuovo lido.

Professionalmente sarebbe difficile dar torto a Cannavaro per la scelta di Madrid, anche se ci ha fatto tanto male vederlo andar via e se sarebbe stato determinante al pari di Buffon per sottolineare lo scempio di una Juve mandata in B per regalare un colpevole al popolo calcistico bue.
La scelta di rimanere comportava per la Juve l’onere di stipendi incompatibili con la serie B. Alcuni rimasero, magari controvoglia (Camo, Treze), ma continuarono a beccarsi lo stipendio da contratto.
Per altri c’è da considerare il problema di chi gli avrebbe pagato uno stipendio equivalente.

Col nuovo assetto della società sarebbe stato impossibile mantenere l’assetto Juve abituale, anche se naturalmente la colpa fu conseguenza dell’errore capitale iniziale, di accettare la gogna e la B come ineluttabile.

Quindi ritengo che Cannavaro sia stato tutto sommato onesto e leale: ha sempre difeso i “nostri “ scudetti, ha fatto una scelta professionale valida e irripetibile ( si è una sola volta campione del mondo), non ha mai fatto sciacallaggio contro la Juve.

Magari tornasse, con la sua esperienza darebbe un contributo notevole alla nostra traballante difesa, anche se a corrente alternata, data l’età.

Per quanto riguarda Gigi le considerazioni sono diverse. Gigi è rimasto (grazie!) ed ha contribuito a rendere ancor più anacronistica (per gli avvoltoi) la fugace permanenza della Juve In B.
A lui va tutta la gratitudine di noi tifosi.
Però nella sua posizione poteva essere più duro ed esplicito sulla farsa dei processi sommari, anche alla faccia della società, che a lui poteva fare solo un baffo. Portiere della nazionale Campione del mondo, richiesto da tutti, poteva infischiarsene di essere politicaly correct come invece è sempre stato molto attento ad essere. Sorrisoni e pacche sulle spalle a tutti, applausi a gogo, più attento ad essere personaggio nazionale che personaggio Juve.

Se analizzate le sue varie interviste televisive non trovate mai un accenno “duro” di appartenenza alla Juve. Alla Furino, intendo , o alla Conte.

Nella situazione attuale se al timone ci fosse Moggi non avrei dubbi. Cedere Buffon per ricostruire la squadra. Con Secco temo ulteriori disastri, ma credo la strada sia comunque quella.

Dispiace, certo, come dispiacque cedere Zidane; ma quella cessione aprì la strada ad anni di trionfi.

Credo che nell’attuale situazione dovremmo essere realisti.
 
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our