Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
JUVENTUS
Lunedì 20/05/24 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          L'ANGOLO DEL TIFOSO
Articolo di Salvo Trigila del 29/06/2023 01:41:55
Il capolavoro di Gravina Gabriele
Sarà una stagione che passerà alla storia per la stupefacente opera di demolizione e umiliazione del calcio italiano che il sig. Gravina Gabriele da Castellaneta è riuscito a portare a termine nel breve volgere di sei mesi.

L'eliminazione della Nazionale Under 21 di stasera per mano della Norvegia è l'ultimo atto di uno spettacolo pietoso e indecoroso che il sig. Gravina consegna alla storia del calcio italiano e che inevitabilmente richiama alla mente altri brutti ricordi "scandinavi", alias l'elimnazione dal Mondiale di Russia 2018 per mano della Svezia.

In quell'occasione, però, il sig. Tavecchio e il sig. Ventura ebbero quanto meno la dignità di dimettersi, ma lui, Gravina Gabriele da Castellaneta, assolutamente no, continua imperterrito a rimanere "saldato" alla poltrona e ai lauti benefit che il suo amico sloveno gli concede.

Eppure di occasioni per dimettersi ne ha avute, a cominciare dalla seconda eliminazione consecutiva dal mondiale, cui hanno fatto seguito l'eliminazione in semifinale alla Nations League per mano della Spagna (e non si dica che era un trofeo "minore") e, come detto, quella di stasera all'Europeo Under 21.
Appare evidente come questo fenomenale "Triplete" sia la degna conclusione di una stagione di vergogne senza fine consumate dal sig. Gravina Gabriele in esclusivo danno della Juventus su espresso mandato dell'amico sloveno, che ha avuto il solo risultato di falsare il campionato, di annullare il risultato sportivo del campo e di sabotare la classifica finale riscritta "a tavolino" la penultima giornata di campionato per favorire la solita milanese di turno (l'una vale l'altra) come accadde nel 2006.
Esposto in tal modo alla pubblica vergogna il calcio italiano nelle tre finali europee ha fatto la fine che tutta l'Europa calcistica (almeno quella che sa parlare solo di calcio e sport e non di sentenze taroccate) si aspettava.

Senza dire della figuraccia sull'asta dei diritti TV per i quali il sig. Gravina si aspettava che le pay tv facessero a botte per aggiudicarseli a prezzi faraonici e che, invece, vedrà un drastico ridimensionamento delle entrate. E in una stagione prossima in cui milioni di bianconeri abbiamo "mollato gli ormeggi" dagli abbonamenti DAZN e SKY si prospettano seri problemoni per la cricca "Gravina & Co". Perchè se affossi sulla base del nulla e con premeditato criterio criminale l'unica squadra che negli ultimi dieci anni ha dato un po' di lustro al calcio italiano e ha tenuto su la baracca foraggiando club e gente indegna che sa solo sputare veleno mediatico (vedasi su tutti il sig. Commisso), poi non ti devi meravigliare delle conseguenze e non ti viene in soccorso il sig. Chinè (specializzato nell'inventarsi reati che non esistono) per spiegarti i motivi di tale fallimento su tutta la linea.

Però il sig. Gravina Gabriele da Castellaneta - grazie alla sua "lungimiranza" - è riuscito in soli sei mesi nel più grande capolavoro, quello di rendere la F.I.G.C. la Fogna Italiana Giuoco Calcio, nel modo più appropriato e consono alle nefandezze che si sono consumate nell'ultimo semestre e che - piaccia o non piaccia - continueranno ancora, purtropo, a danneggiare l'immagine del calcio italiano in Europa e nel mondo.
 
 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our