Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Bologna
Domenica 02/10/2022, ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Attualità di P. CICCONOFRI del 05/09/2022 13:53:26
I conflitti di Cerqueti

 

Il 28 agosto scorso Gianni Cerqueti, sul suo account Twitter scrive: «Sky Sport utilizza da anni come commentatore tecnico della Formula 1 Marc Genè, che è contemporaneamente Brand Ambassador della Scuderia Ferrari. A casa mia si chiama conflitto d’interessi. Fosse accaduto in Rai, come minimo ci sarebbe stata un’interrogazione parlamentare» (Qui il post).

Che coraggio! Ci sovviene, per esempio, che per tanti anni Enrico Varriale, noto tifoso napoletano è stato vicedirettore di Rai Sport, dove spesso si è distinto nel pontificare, con tesi ai più sembrate di parte, a favore della sua fede. Non so se questo possa essere definito “conflitto di interessi”.

La stessa Rai e lo stesso Cerqueti che, durante un Juventus-Roma del 2012, quarti di finale della Tim Cup affermò in diretta televisiva: «Intanto però attacchiamo», riferendosi al possesso della Roma. (QUI potete ascoltarlo). Non so se anche questo possa definirsi “conflitto di interessi”.

Ricordiamo anche la semifinale di ritorno della Coppa Italia del 2014, tra la Juventus e l’Inter a San Siro, con Tramezzani e Cerqueti alla telecronaca che, dal primo minuto, hanno tifato per l’impresa nerazzurra non lesinando commenti contro la juve. Vi inviato a rileggere questo nostro articolo (Qui il post). Credo che anche questo possa essere definito conflitto di interessi.


La stessa Rai che non ha saputo identificare chi in diretta definì Benatia «marocchino di Merda», insabbiando tutto molto velocemente. Non è conflitto di interessi, ma sicuramente non un episodio di cui essere fieri.

La Rai è (era) servizio pubblico e piuttosto che occuparsi di inesistenti conflitti di interessi a Sky, per il tramite anche dei suoi uomini di punta quali Cerqueti, dovrebbe fare autocritica sul fatto che da anni non riesce più ad assicurare i principali eventi come la Formula 1. Quella Formula 1 nella quale la Ferrari è elemento nazional popolare che la stessa Rai, quando faceva audience, ha contribuito ad alimentare.

Un servizio pubblico pagato in bolletta, imposto, senza possibilità di scelta come invece succede per poter usufruire dei servizi di un’emittente privata come Sky. Dovrebbe essere questo motivo di una maggiore responsabilità per chi si trova ad essere un professionista di riferimento. Come si direbbe in questi casi? Ah sì: Cerqueti ha perso una sciooòns per stare zitto.

La nostra pagina twitter

Commenta con noi sul forum!

La nostra pagina twitter









 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our