Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
Roma
Domenica, 17/10/21 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          PRESSING.... Farsopoli e l'onore
Articolo di L. BASSO del 12/03/2010 08:19:58
LE MANI NERE – Capitolo 5. Going Under
Fuori, il lungo corridoio che conduceva al suo ufficio era deserto. L'unica presenza, a volerla considerare tale, era quella del piccolo robot aspirapolvere di forma circolare, che riempiva il locale col suo sottile ronzio mentre eseguiva la pulitura della lunga passatoia di colore blu notte. Il Presidente rimase sulla soglia, fissando il corridoio ed il piccolo discoide metallico che lo percorreva. Nessun omone in giubbotto da aviere, nessuna musica, niente di niente... Si...
 
 
Articolo di L. BASSO del 04/03/2010 13:28:45
LE MANI NERE – Capitolo 4. Riders on the Storm
A causa della “sospensione” della Federazione, infatti, si era generato un effetto domino dalle conseguenza devastanti: la perdita di pubblico e le mancate entrate ai team della Federazione avevano causato un grave dissesto alla Federazione stessa. Di conseguenza, le prime a risentire dell'onda d'urto di questo crollo furono le società che si occupavano del merchandising, dei diritti, dei viaggi organizzati. Poi, almeno secondo i notiziari che vedeva susseguirsi sempre più...
 
 
Articolo di L. BASSO del 25/02/2010 07:27:43
LE MANI NERE – Capitolo 3. Helter Skelter
Nella sua mente si faceva strada la consapevolezza di aver avuto un incubo o un'allucinazione; "Lo stress... Lo stress senza dubbio... Bastarda questa vita, come ti riduce... Devo trovare il tempo di farmi visitare..." Si mise a posto gli occhiali, si passò la mano tra i capelli come per rassettarli... Lo schermo olografico era ancora acceso, ma ora la giornalista con la voce di Marilyn aveva lasciato il posto alla procace collega delle previsioni meteo. Le illustrazioni...
 
 
Articolo di L. BASSO del 18/02/2010 07:30:15
LE MANI NERE - Capitolo 2. Sunday Bloody Sunday
L'uomo venuto dal nulla non era né giovane né vecchio. Era senz'altro un uomo molto distinto, ed il suo loden fuori moda denotava uno stile ormai abbandonato dalla maggioranza delle persone. Sul bavero portava una spilla, forse un cameo, con il disegno dello stemma di un antico team di Quickball sporcato dalle impronte di due mani nere. Il Presidente si chiese che significato avesse quel distintivo; ricordava bene cosa fosse lo stemma sottostante, e gli sembrava che le due...
 
 
Articolo di L. BASSO del 11/02/2010 15:35:36
LE MANI NERE - Capitolo 1. Master of Puppets
Con questa settimana iniziamo una rubrica che ci terrà compagnia per circa un paio di mesi. Quello che state per leggere, infatti, non è l'editoriale di uno dei nostri validissimi redattori del Forum con cui si propongono riflessioni agrodolci sui destini della nostra amata Juve. E' la prima puntata di un racconto di fantasia liberamente ispirato al "Canto di Natale" di Dickens, quello dell'avaro Scrooge e dei tre Fantasmi del Natale passato, presente e futuro; in questa...
 
 
Articolo di M. VIGHI-ROCCA del 13/11/2009 19:22:48
Capitolo n. 10
Abbiamo attraversato giorni di cupa foschia, alla ricerca della luce. Anzi, forse è proprio l’opposto. E' stata la nebbia, è stata la foschia ad attraversare le nostre anime e i nostri pensieri in questi giorni, nei quali i nostri unici due scopi sono stati quelli di riuscire a non perdere la rotta, e contemporaneamente di vederci chiaro. Ed oggi, proprio oggi, dopo la giornata più dolorosa, è tutto più chiaro. Oggi si vede tutto. Il sole splende ma non scalda. E' un sole...
 
 
Articolo di M. VIGHI-ROCCA del 02/09/2009 08:01:37
Capitolo n. 9
Il ratto avrà molto da dire nei giorni a venire, da raccontare, al corvo nero sul successo dei suoi pranzi, quando insieme con la lupa andrà spolpando cadaveri. Ardue appaiono questa mattina le condizioni per proseguire il viaggio. Stritolati da una insidiosa foschia, facciamo fatica ad accorgerci anche della nostra sola presenza sul ponte. La parete di roccia alla nostra sinistra sembra un demone malvagio a presidio delle proprie acque, ci osserva, piega la bocca...
 
 
Articolo di M. VIGHI-ROCCA del 04/08/2009 13:40:48
Capitolo n. 8
E’ un nuovo giorno, ed il sole si erge in tutto il suo splendore ad illuminare il molo del 6 maggio e ad invadere il nostro barcone. Gli occhi appena svegli indugiano sui flutti al di là della prua, ma è come se gli oceani si estendessero solo intorno al punto in cui volgiamo lo sguardo. Poiché in quel luogo preciso il bagliore del riflesso del sole non permette al nostro sguardo di oltrepassare la cortina incendiata dei raggi solari. Il nostro animo inquieto non può rimanere...
 
 
 

 

 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our