Giulemanidallajuve
 
 
 
 
 
 
 
  Spot TV
 
 
 
 
 
 
 
JUVENTUS
Lunedì 20/05/24 ore 20,45
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
          GLI ARTICOLI DI GLMDJ
Editoriale di N. REDAZIONE del 17/04/2024 09:01:36
I primi 100 anni della Juve. 1984/85

 

Sezione XII: l'apoteosi
Parte III
Di A. Pavanello


A rinforzare la squadra giunsero Briaschi dal Genoa, Limido e Favero, dall’Avellino e Pioli dal Parma. Gentile invece se ne andò alla Fiorentina.
In campionato, dopo il pareggio iniziale col Como, la Juventus vinse largamente sull’Atalanta per 5-1 e ancora una volta la coppia Platini-Boniek fu protagonista.
Alla 5° giornata la prima sconfitta stagionale col Verona che avrebbe iniziato la sua corsa alla conquista del titolo.

L’andamento degli uomini del Trap in campionato fu meno produttivo, visto anche l’impegno concomitante in Coppa Campioni, trofeo che ancora mancava nella bacheca del club. Fu così che altri punti preziosi furono persi (sconfitta pesante con l’Inter e nel derby).
Andò meglio nelle ultime giornate del girone, con i bianconeri che vinsero tre gare su sei, pareggiando le altre. Tra le partite vinte, quella con il Napoli del neoacquisto Maradona (che avrebbe presto fatto parlare di sé…), sulla partita così si espresse La Stampa “Tornata in piena salute psicologica al momento giusto per chiudere bene l’anno (quello, non dimentichiamolo di scudetto e Coppa coppe) e di far rifiorire le speranze per l’85, la Juventus si è trovata di fronte un Napoli in coma, così sbandato da imporre ai bianconeri una prova d’appello, prima che si possa celebrare la completa guarigione”.
Nel girone di ritorno, dopo aver vinto due partite in tre gare, i bianconeri caddero contro il Milan, ma inanellarono poi sette risultati utili consecutivi, vincendo tra l’altro con l’Inter e col Torino, entrambe lanciate peraltro alla caccia del Verona capolista “La Juventus gioca da piccola squadra, ma con grandi giocatori. Il Torino affronta il derby con idee da grande squadra, ma senza i mezzi adeguati. Il risultato non fa una grinza e premia il freddo e incisivo utilitarismo dei bianconeri” (La Stampa).
Il finale di stagione dei bianconeri fu decisamente sotto tono, visto che la squadra del Trap era distratta dal percorso più che esaltante in Coppa dei Campioni: i bianconeri così dopo la sconfitta con la Fiorentina, pareggiarono gli ultimi tre match, finendo così al sesto posto nel campionato vinto dal Verona, squadra a cui peraltro nessuno aveva dato il ruolo di favorita.
Platini vinse per la terza volta consecutiva, la classifica marcatori.

È in campo internazionale che la Juventus raccolse i risultati più importanti, anche se non tutto fu come avrebbe dovuto essere.
A gennaio, in un Comunale dal terreno ghiacciato (il club è costretto a chiamare delle squadre di spalatori di emergenza e ad utilizzare delle stufette), il club conquista la Supercoppa Europea, battendo il Liverpool grazie a Boniek.

In Coppa dei Campioni, l’Ilves Tampere, avversario dei sedicesimi, fu facilmente eliminata dai bianconeri (4-0 all’andata con tripletta di Rossi e gol di Platini e 2-1 a Torino con doppietta di Platini).
Nemmeno il Grasshoppers costituì ostacolo difficile per Platini, Boniek e compagni. La Juventus vinse a Torino per 2-0 (Rossi e Vignola) e per 4-2 a Zurigo (con una doppietta di Platini tra l’altro).
I quarti di finale videro opposti Juventus e Sparta Praga: a Torino Tardelli nel primo tempo e Rossi e Briaschi nel secondo, sancirono la vittoria della Juventus. Nella gara di ritorno i bianconeri furono sconfitti, anche se di misura (1-0).
Tutt’altra storia fu lo scontro con il Bordeaux nella semifinale: i bianconeri vinsero a Torino grazie a Boniek, Briaschi e Platini, ma nella partita di ritorno i padroni di casa aprirono le marcature al 25’ del primo tempo e raddoppiarono al 35’ della ripresa e Bodini negò, in finale di gara, ai bordolesi il gol che avrebbe significato tempi supplementari.
La Juventus si qualificava perciò per la terza volta della sua storia ad una finale di Coppa Campioni, contro il Liverpool.
Purtroppo il contesto nel quale si svolse la finale con la squadra inglese divenne un’autentica tragedia umana che nulla poté avere che fare con lo sport: in effetti, poco prima della partita, allo stadio Heysel, gruppi di teppisti inglesi (tristemente noti, in patria e all’estero come “hooligans”), dopo aver facilmente passato le reti di protezioni inadatte a contenerli, assalirono i tifosi bianconeri che si trovavano nel settore attiguo, i quali cercarono di sfuggire e si rifugiarono contro il muro di recinzione del settore ove si trovavano. Il crollo di del muro provocò la caduta da un’altezza di diversi metri di numerose persone, altri furono schiacciati dalle persone che cercarono una via di scampo. Alla fine il bilancio fu pesantissimo: 39 tifosi pagarono con la propria vita il tributo a questa follia e vi furono 100 feriti. Malgrado la tragedia, frutto anche di varie incompetenze, le istanze sportive decisero di far ugualmente disputare la partita.

La gara fu di fatto un botta e risposta tra Juventus e Liverpool che durò tutta la partita.
La svolta si ebbe al 56’ della ripresa, quando fu commesso fallo su Boniek e l’arbitro decretò il rigore in favore per i bianconeri. Platini insaccò facilmente alla destra del portiere inglese. Il Liverpool cercò di scuotersi e si rese pericoloso tra il 62’ e il 66’, ma poi si ebbe la reazione della Juventus. Il botta e risposta continuò fino all’ultimo, con Tacconi che parò un tiro insidioso allo scadere.
Il risultato finale però non cambiò.

La Juve vinse la sua prima Coppa Campioni, ma in un contesto che nulla aveva di sportivo o di festivo.


I PRECEDENTI CAPITOLI:
I PRIMI 100 ANNI DELLA JUVE. Prima di iniziare
1897: La fondazione dello JUVENTUS FOOTBALL CLUB
I primi 100 anni della Juve. Il 1898
I primi 100 anni della Juve. Il 1899
I primi 100 anni della Juve. Il 1900
I primi 100 anni della Juve. Il 1901
I primi 100 anni della Juve. Il 1902
I primi 100 anni della Juve. Il 1903
I primi 100 anni della Juve. Il 1904
I primi 100 anni della Juve. Il 1905
I primi 100 anni della Juve. Il 1906
I primi 100 anni della Juve. Il 1907
I primi 100 anni della Juve. Il 1908
I primi 100 anni della Juve. Il 1909
I primi 100 anni della Juve. Il 1910/11
I primi 100 anni della Juve. Il 1911/12
I primi 100 anni della Juve. Il 1912/13
I primi 100 anni della Juve. Il 1913/14
I primi 100 anni della Juve. Il 1914/15
I primi 100 anni della Juve. Il 1915/16
I primi 100 anni della Juve.1919/20
I primi 100 anni della Juve.1920/21
I primi 100 anni della Juve.1921/22
I primi 100 anni della Juve.1922/23
I primi 100 anni della Juve.1923/24
I primi 100 anni della Juve.1924/25
I primi 100 anni della Juve.1925/26
I primi 100 anni della Juve.1926/27
I primi 100 anni della Juve.1927/28
I primi 100 anni della Juve.1928/29
I primi 100 anni della Juve.1929/30
I primi 100 anni della Juve.1930/31
I primi 100 anni della Juve.1931/32
I primi 100 anni della Juve.1932/33
I primi 100 anni della Juve.1933/34
I primi 100 anni della Juve.1934/35
I primi 100 anni della Juve.1935/36
I primi 100 anni della Juve.1936/37
I primi 100 anni della Juve.1937/38
I primi 100 anni della Juve.1938/39
I primi 100 anni della Juve.1939/40
I primi 100 anni della Juve.1940/41
I primi 100 anni della Juve.1941/42
I primi 100 anni della Juve.1942/43
I primi 100 anni della Juve.1944/45
I primi 100 anni della Juve.1945/46
I primi 100 anni della Juve.1946/47
I primi 100 anni della Juve.1947/48
I primi 100 anni della Juve.1948/49
I primi 100 anni della Juve.1949/50
I primi 100 anni della Juve.1950/51
I primi 100 anni della Juve.1951/52
I primi 100 anni della Juve.1952/53
I primi 100 anni della Juve.1953/54
I primi 100 anni della Juve.1954/55
I primi 100 anni della Juve.1955/56
I primi 100 anni della Juve.1956/57
I primi 100 anni della Juve.1957/58
I primi 100 anni della Juve.1958/59
I primi 100 anni della Juve.1959/60
I primi 100 anni della Juve.1960/61
I primi 100 anni della Juve.1961/62
I primi 100 anni della Juve.1962/63
I primi 100 anni della Juve.1963/64
I primi 100 anni della Juve.1964/65
I primi 100 anni della Juve.1965/66
I primi 100 anni della Juve.1966/67
I primi 100 anni della Juve.1967/68
I primi 100 anni della Juve.1968/69
I primi 100 anni della Juve.1969/70
I primi 100 anni della Juve.1969/70
I primi 100 anni della Juve.1970/71
I primi 100 anni della Juve.1971/72
I primi 100 anni della Juve.1972/73
I primi 100 anni della Juve.1973/74
I primi 100 anni della Juve.1974/75
I primi 100 anni della Juve.1975/76
I primi 100 anni della Juve.1976/77
I primi 100 anni della Juve.1977/78
I primi 100 anni della Juve.1978/79
I primi 100 anni della Juve.1979/80
I primi 100 anni della Juve.1980/81
I primi 100 anni della Juve.1981/82
I primi 100 anni della Juve.1983/83
I primi 100 anni della Juve.1983/84

COMMENTA CON NOI!
La nostra pagina FACEBOOK
La nostra pagina TWITTER
La nostra pagina INSTAGRAM
La nostra pagina TELEGRAM

 
  IL NOSTRO SONDAGGIO
 
Dopo la Cassazione su Moggi, cosa dovrebbe fare ora la Juve?
 
  TU CON NOI
   
 
   
 
  AREA ASSOCIATI
   
 
 
 
  DOSSIER
   
 
   
 
  LETTURE CONSIGLIATE
   
 
   
 
   
 
  SEMPRE CON NOI
   
 
   
 
Use of this we site is subject to our